Piazza dei Miracoli

Fu questo il luogo scelto come sede della Chiesa pisana fin dalle sue origini, anteriori alla pace costantiniana del 313, ma i più antichi edifici sacri furono nel corso del tempo smantellati e i monumenti che ammiriamo oggi risalgono ai secoli centrali del Medioevo, quando al massimo dello splendore, grazie alle vittoriose imprese sul mare, Pisa affermava la propria supremazia in campo regionale e internazionale.

La Cattedrale

Fondata nel 1064 e consacrata con grande solennità il 26 settembre del 1118, la costruzione della Cattedrale conobbe due fasi, legate rispettivamente agli architetti Buscheto e Rainaldo. La Cattedrale presenta nel suo paramento esterno contrastate cromie bianco-nere di matrice araba e un uso massiccio di materiali di reimpiego provenienti da monumenti d’età romana, allo scopo di sottolineare la grandezza della città di Pisa altera Roma.

Il Battistero

L’impianto attuale del Battistero risale, nelle linee essenziali, a Diotisalvi, che diresse la costruzione dell’edificio dal 1152 al 1180 circa. Intorno alla metà del tredicesimo secolo riprendevano i lavori edili, ora sotto la guida di Nicola Pisano che, assieme alfiglio Giovanni, innoverà profondamente la struttura di Diotisalvi. Qui, nel cantiere del Battistero, proprio con Nicola Pisano e poi con Giovanni ebbe inizio il ‘rinascimento’ della scultura.

Il Campanile

Viene chiamata Torre Pendente o Torre di Pisa, ma in realtà non è mai servita per la difesa della città; è solo una parte del complesso religioso della Piazza del Duomo e, in particolare ne è il campanile. Svolgeva una funzione attiva nella scansione del tempo, umano e divino, per mezzo delle sue sette campane – tante quante sono le note musicali – la più grande delle quali, fusa nel 1655, pesa ben tre tonnellate e mezzo! È conosciuta in tutto il mondo per la bellezza della sua struttura architettonica, per la singolare pendenza che ne fa un vero miracolo di statica e per il fatto che si trovi nel contesto della celeberrima Piazza dei Miracoli, di cui è sicuramente il gioiello.

Il Camposanto Monumentale

Il Camposanto è stato l’ultimo monumento a sorgere sulla Piazza del Duomo e la sua lunga parete marmorea ne delimita il confine settentrionale definendola compiutamente. Fu fondato nel 1277 per accogliere le tombe fino a quel momento disseminate attorno alla Cattedrale. Nasce così una delle più antiche architetture medievali cristiane destinate al culto dei morti.

(Testi tratti dal sito web Opera della Primaziale Pisana)